Tutto quello che devi sapere sull’eFoil | Desenzano Glam Village

Tutto quello che devi sapere sull’eFoil, il nuovo “surf elettrico” per viaggiare sospesi sull’acqua

Con l’eFoil puoi letteralmente “volare sull’acqua” e provare sensazioni uniche: nella nostra guida trovi alcune informazioni utili per praticare questo sport così spettacolare
Condividi su

Il nome più utilizzato è “eFoil”, ma c’è chi lo chiama “fliteboard” (che, in realtà, è il nome di un’azienda produttrice di eFoil), “electric hydrofoil” o addirittura “surf volante”. La sostanza però non cambia: sfrecciare a 40 (o più) chilometri all’ora sospesi sull’acqua, su una tavola che puoi controllare attraverso un telecomando bluetooth, è qualcosa di incredibilmente emozionante. Uno sport non ancora molto conosciuto in Italia, ma che ha tutte le carte in regola per farsi apprezzare dagli amanti delle attività acquatiche più particolari e innovative.

Nel 2021 gli ospiti del Desenzano Glam Village hanno avuto la possibilità di sperimentare l’eFoil come servizio esterno al Glam Village (ma utilizzabile all’interno della struttura, partendo direttamente dalla spiaggia privata del villaggio), in uno scenario straordinario e particolarmente adatto a questa disciplina sportiva come il lago di Garda.

Ma che cos’è un eFoil?

Il watercraft più piccolo al mondo

Si tratta fondamentalmente di una tavola da surf con un propulsore elettrico sottomarino ad elica che ti permette di viaggiare sospeso sul pelo dell’acqua semplicemente controllando il motore attraverso un telecomando wireless. “Semplicemente” si fa per dire, dal momento che la tecnica necessaria per stabilizzare e sfruttare tutte le potenzialità di un mezzo così avanzato tecnologicamente non è affatto banale, e prevede il saper riconoscere in anticipo ogni reazione della tavola rispetto ai movimenti del tuo corpo.

Un eFoil è composto da varie parti: la tavola vera e propria, al cui interno risiede la batteria ricaricabile, estraibile ed impermeabile; il supporto verticale, chiamato “albero”, che sostiene la tavola e a cui è fissata l’elica; una pinna sottomarina orizzontale più grande montata parallela alla tavola; una seconda pinna sottomarina posizionata sulla coda. Le ultime due parti, assieme all’elica, sono quelle che permettono al surf elettrico di rimanere sospeso grazie a un intelligente sistema di fluidodinamica, e assieme alla tavola stessa, che può variare in grandezza, sono personalizzabili e adattabili alle esigenze dell’utilizzatore.

Come si guida e quanto costa un eFoil?

L’eFoil non è uno sport che puoi iniziare a praticare senza una persona competente che ti aiuti a capire come governare questo mini-watercraft per surfisti: come sottolineavamo poche righe più su, la tecnica di base di questa disciplina è tutt’altro che banale, per non parlare poi delle questioni legate alla sicurezza da conoscere prima di avventurarsi in un’uscita in mare o al lago. Per questo, è fondamentale rivolgersi a un istruttore qualificato o a un’associazione sportiva che possa darti tutte le informazioni di cui hai bisogno per provare questo fantastico sport con tutta la tranquillità che ti serve.

C’è anche da dire che l’acquisto di un eFoil non va affrontato con leggerezza: l’attrezzatura è estremamente curata dal punto di vista tecnico e dei materiali costruttivi, e quindi decisamente costosa, tanto che alcune tavole complete di eliche e pinne possono arrivare a toccare prezzi che vanno ben oltre i diecimila euro. Il consiglio che ti diamo, quindi, è di affidarti inizialmente a un istruttore per poter sfruttare il materiale che ti verrà fornito durante il corso, col fine di imparare i fondamentali di questo sport.

Nel video che trovi di seguito, comunque, puoi farti un’idea di quella che è la tecnica di base necessaria per condurre correttamente un eFoil sull’acqua.

Tipologie di eFoil e principali produttori

Come tutte le discipline acquatiche che prevedano varie tipologie di approccio, anche gli eFoil col passare del tempo si sono specializzati, tanto che oggi vengono venduti in diversi modelli. Alcuni dei principali produttori, come ad esempio Waydoo, Fliteboard, Takuma o Lift, presentano attualmente in catalogo fino a quattro versioni diverse; la differenza più evidente è la grandezza della tavola, dal momento che quelle più larghe, notoriamente più stabili e adatte sia ai principianti sia a chi ha una corporatura più massiccia, sono evidentemente meno maneggevoli; le tavole più piccole sono invece perfette per chi è già esperto e vuole un eFoil più veloce nei cambi di direzione, nelle evoluzioni e magari con uno spunto in più sulla velocità massima, pensato per un approccio più sportivo e da professionista.

Allora, sei pronto per volare sull’acqua?